Il Tesoro di Baratti e Populonia

Durata consigliata per il tour: 5 / 9 ore.

Alla scoperta del tesoro architettonico di Baratti: le case dell’architetto fiorentino Vittorio Giorgini.
Breve passeggiata nel bosco del Parco naturalistico di Baratti e Populonia.
Visita guidata nella Casa Esagono e Casa Saldarini (che ha la forma di una balena).

Partenza e visita guidata vigneti e cantina di Populonia con degustazione vini della D.O.C. Val di Cornia.

Partenza e arrivo a Suvereto presso azienda vinicola con visita vigneti e degustazione in cantina.
Passeggiata nel centro storico dell’antico borgo medioevale di Suvereto che è Città dell’olio del Vino e Borgo più bello d’Italia.

Servizi inclusi nel Tour:
Trasporto, fino a un massimo di sei persone.
● Visita guidata in cantina con degustazione.
● Visita guidata seconda cantina o frantoio con degustazione.
● Passeggiata nel borgo storico di Populonia, Baratti, Suvereto.
● Guida enogastronomica e degustazione vini.
● Merenda\Cena in enoteca con assaggio di crostini, salumi, formaggi + 1/4 lt. vino della zona.

Possiamo venire a prendervi davanti la porta di casa senza costi aggiuntivi (per grupi fino a 6 persone).
Parte dei costi addebitati saranno devoluti all’organizzazione BACO – Archivio storico Vittorio Giorgini.

Per prenotare:
Doppio click sulla data del calendario se desiderate che il Check-in e il Check-out avvengano nello stesso giorno.

Descrizione

“La Balena nel bosco”
L’architettura di Vittorio Giorgini a Baratti

La pineta di Baratti è un luogo di meraviglia. L’architetto Vittorio Giorgini una volta costruì qui una casa (Casa Saldarini) che ha la forma di una balena. Di cemento, le forme sinuose dell’edificio formano un oggetto erotico che esprime al meglio l’estrema libertà di pratica del progettista. Il cemento grigio-marrone richiama la terra e la natura circostante, che la salvaguardano e la sostengono. Tullia era già venuta qui da bambina; la sua amnesia svanisce mentre si avvicina alla casa e inizia ad accarezzare le sue forme. Ricorda come hanno cenato lì, l’ora in cui stava facendo il bagno nel golfo e raccoglieva le pietre sulla spiaggia, le stesse pietre che i muratori avrebbero poi usato per i pavimenti e il tetto della casa. Ricorda l’ossessione di Vittorio con il mare di Baratti. I ricordi emergono mentre Tullia incontra l’adiacente Casa Esagono con la sua doccia scultorea. Il suo spirito è malinconico, ma la malinconia lascia rapidamente spazio allo stupore e al piacere della riscoperta. Secondo Giorgini, l’architettura è un organismo vivente, la casa che disegna per Salvatore Saldarini evoca una balena sorto sulla riva, metafora della difficile presa che l’architetto assume, in forma costruita, contro tutto e contro tutti: un capitano contemporaneo Achab. Ma questa volta, la scena finale non è quella di Moby Dick di Melville. La natura non prevale. Piuttosto che un conflitto risolutivo finale, i lavori di Baratti raggiungono una rara mediazione tra uomo e natura.

Populonia \ Baratti

Suvereto

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.